“Quali linguaggi per dire la disabilità”: un evento di formazione online per giornalisti e per gli studenti e le studentesse del Master di Torino

Si terrà il 26 gennaio 2023 dalle 14.30 il corso online gratuito “Quali linguaggi per dire la disabilità”.  L’evento, pensato per gli studenti e le studentesse del Master in Giornalismo di Torino, è stato accreditato dall’Ordine dei Giornalisti e potrà essere seguito anche da tutte le giornaliste e giornalisti che si iscriveranno tramite la piattaforma www.formazionegiornalisti.it (come filtro di ricerca inserire nella finestra Ente Terzo il nome “Consorzio Corep Torino”).

Tema del corso: Quali linguaggi per una narrazione inclusiva non sensazionalistica dei temi legati alla disabilità? Un confronto a più voci su forme e contenuti ideali per un giornalismo capace di cogliere e raccontare situazioni complesse senza costruire ghetti.

Intervengono:

  • Francesca Bisacco, presidente Cpd Torino e fondatrice Rubens Onlus
  • Carlo Boccazzi Varotto, fondatore Hackability.it
  • Dario Corradino, docente di Etica e deontologia professionale al Master in Giornalismo dell’Università di Torino e membro del Consiglio di disciplina Odg Piemonte
  • Matteo Fabiani, Executive Director Media and Associations Relations Intesa Sanpaolo
  • Marco Ferrando, direttore delle testate del Master in Giornalismo dell’Università di Torino e giornalista del Sole 24 Ore
  • Elisa Ferrio, Responsabile Media Relations Attività istituzionali, sociali e culturali Intesa Sanpaolo
  • Cecilia Marchisio, Delegata del Rettore per l’inclusione di studenti e studentesse con disabilità dell’Università di Torino  

Il corso si terrà sulla piattaforma WEBEX www.webex.com/it

Il corso verrà anche trasmesso sulla pagina Facebook FB/MasterGiornalismoTorino. Per informazioni: giornalismo@corep.it

È uscito il bando della nuova edizione del Master in

L’Associazione Comitato Organizzatore dei XXXII FISU World University Games Winter

Verrà presentata il 17 giugno alle 10.30 presso il Museo

È stata inaugurata oggi, 19 marzo 2024, la nuova sede

Cerca